L'isola dei cani (Film, 2018)

Anno: 2018
Valutazione:
Guarda le recensioni di Film TV
Genere: Commedia, Animazione
Regia: Wes Anderson
Attori: Bryan Cranston, Edward Norton, Liev Schreiber, Bill Murray
Trama:
Atari ha 12 e vive a Megasaki City, quando - in seguito ad un decreto tutti i cani domestici vengono esiliati su un'isola adibita ai rifiuti - decide di allontanarsi da solo alla ricerca di Spot. [...]
Recensione di Ilaria Feole da FilmTV
Nel Giappone del futuro, un sindaco gattofilo bandisce i cani infetti e rifiuta l'antidoto per curarli, ma un orfano infrange la legge per la sua bestiola. Solo Anderson, cantore dell'Occidente privilegiato, poteva immaginare un Akira in stop motion, dove l'apocalisse è l'eccidio degli animali domestici: e con loro empatizza, cani dotati di impeccabile eloquio, mentre la lingua nipponica si perde in un carosello di interpreti che, come sempre nel regista, ammette l'impossibilità di far propria una cultura altra. Il suo film più gioiosamente slabbrato dai tempi di Steve Zissou, pieno di didascalie, sottotitoli, note, per riprendersi il diritto a non semplificare le cose:...
Recensione di Ilaria Feole da FilmTV
Nel Giappone del futuro, un sindaco gattofilo bandisce i cani infetti e rifiuta l'antidoto per curarli, ma un orfano infrange la legge per la sua bestiola. Solo Anderson, cantore dell'Occidente privilegiato, poteva immaginare un Akira in stop motion, dove l'apocalisse è l'eccidio degli animali domestici: e con loro empatizza, cani dotati di impeccabile eloquio, mentre la lingua nipponica si perde in un carosello di interpreti che, come sempre nel regista, ammette l'impossibilità di far propria una cultura altra. Il suo film più gioiosamente slabbrato dai tempi di Steve Zissou, pieno di didascalie, sottotitoli, note, per riprendersi il diritto a non semplificare le cose:...
Recensione di Ilaria Feole da FilmTV
«L’arcipelago giapponese, tra vent’anni»: Wes Anderson è arrivato nel futuro. Ed è sbarcato in Giappone. Il suo cinema, da Moonrise Kingdom in poi, sta riconquistando lo spazio e il tempo, coordinate negate alle sue prime opere: più la sua messa in scena si fa stilizzata, più, con sapido paradosso, i personaggi fanno i conti con la realtà. Anzi; combattono per cambiarla. La lotta di classe in plastilina di Fantastic Mr. Fox è elevata a potenza in questo suo secondo film in stop motion, dove un sindaco tiranno bandisce i cani dalla metropoli di Megasaki: il pretesto è un’epidemia, il risultato...

Abbonamento:


Hai trovato qualcosa che non va? Aiutaci a migliorare!

In fondo anche Matrix non era perfetta… inviaci la tua segnalazione su info@filmamo.it . Grazie!