Sexocracy: The man of Bunga Bunga

Film - 2012
8,8
253.9K
Sexocracy: The man of Bunga Bunga è un film con Cast completo. Regia di Ruben Maria Soriquez. Titolo originale Sexocracy: The man of Bunga Bunga, durata 76 minuti. Genere Documentario.
Abbonamento streaming Noleggio streaming Acquisto streaming

recensioni

Best Low Budget DocuFilm di  Cinema Blogger Cinema Blogger
SoundtrackDirectionScreenplay
If you like Documentaries about politics and sex Scandals : this one will engage you with worldwide famous "Bunga Bunga" Berlusconi's affairs Leggi tutto
Recensione di  Antonella Antonella
Film documentario estremamente interessante del 2012, nel quale Lele Mora si racconta e ci racconta del tristemente worlwide noto Bunga Bunga. Idea vincente la narrazione strabordante dell'agente dello spettacolo che si alterna a quella semplice e composta di una ragazza filippina, creando un forte contrasto di valori e di idee. Scene di repertorio con provini di aspiranti starlette, che si dichiarano disposte a tutto pur di raggiungere il successo, si alternano ad installazioni viventi di donne avvolte nel cellophane, bellissima carne ammucchiata ad arte in un bidone della spazzatura...immagini irritanti che rimangono fortemente impresse, simbolo della mercificazione del corpo della donna. Mala tempora currunt... Leggi tutto
Insieme a Videocracy racconta l’epoca Berlusconiana di  Samantha Radio 80 Samantha Radio 80
Sexocracy e Videocracy raccontano l'epoca dell'Italia Berlusconiana : Tv, sesso, potere, con la politica che sta a guardare compiaciuta.un Documentario straordinario, con al centro la figura di Lele Mora, che da un piccolo bar di provincia riuscì a diventare amico e confidente della persona più potente d'Italia .Il Bunga Bunga, raccontato in questo esclusivo DocuFilm, rappresenta un pezzo della storia d'Italia: guardando Sexocracy viene da sorridere e tremare allo stesso tempo, osservando come tutto il mondo identificava l'Italia come "la patria del Bunga Bunga". Un racconto spiegato dell'uso del corpo delle donne e di come le stesse donne potessero essere vittime o carnefici.A differenza del primo Videocracy, il seguito di Sexocracy racconta il fenomeno del corpo delle donne in un'ottica più internazionale, non solo italica, e pone tantissime riflessioni personali , analisi della propria coscienza a fine film (non posso spoilerare!), con un dibattito in sala (o in salotto) che sarà infuocato: perché tutti gli spettatori avranno idee contrapposte e inizieranno a discutere animatamente... non posso spoilerare oltre, guardatelo Leggi tutto
Un docufilm ben fatto, che non mi ha esaltato più di tanto di  Francesco Conti Francesco Conti
Un docufilm ben fatto, con un buon ritmo ma che non mi ha esaltato più di tanto. Forse perchè speravo in rivelazioni che poi non sono arrivate. Tutto già si sapeva. Il merito, comunque, è l'aver reso il tema non noioso raccontando un Lele Mora che non conoscevo. Potrebbe sembrare una lunga auto discolpa del Mora ma se si legge tra le righe non è così, anzi. Basta ascoltare bene quando racconta del bar 'mutanda' per capire che personaggio il Mora sia stato e ciò che abbia potuto fare per il suo amico Silvio. Leggi tutto
Un'istantanea dell'era Berlusconi di  Ugo Messina Ugo Messina
Anche se ormai datato Sexocracy rimane un documentario rilevante in quanto memoria di un periodo storico ben definito, aldilà degli scandali e che gli fanno da contorno, questo lavoro è un'istantanea dell'era Berlusconi, dei suoi eccessi, delle sue pecche, delle sue immoralità (per tanti) che però, a confronto dell'immoralità dell'attuale panorama politico e governativo Italiano, con i suoi ricatti ai propri cittadini, rischia di essere rimpianto e suscitare nostalgie. Il Lele Mora che affiora da questo film è un uomo deluso, sconfitto prima di tutto dai propri deliri di onnipotenza. Ma anche estremamente umano che lo fa apparire fin quasi simpatico. Il documentario scorre veloce ed interessante supportato da un sapiente montaggio e da una scelta accurata e giusta degli argomenti di cui trattare. Anche per i denigratori del Silvio nazionale, qui c'è molto da cui imparare. Leggi tutto
Fila liscio grazie ad un buon montaggio di  Ernest English Ernest English
Interessante, anche se ormai datato, questo documentario fila liscio grazie ad un buon montaggio che non ti fa sentire i suoi 70 minuti. Uno spaccato dell'era Berlusconi che trova l'apice di popolarita' mondiale con lo scandalo Ruby. Interessante il parallelo tra Lele Mora e la ragazza immigrata straniera. Leggi tutto

trama

A doumentary about Lele Mora's life and his involvement with the Bunga Bunga.

Personaggi

Silvio Berlusconi
Lele Mora
Ruby "Rubacuori"
 

Incassi e Critica

"Oltre 1 Milione di spettatori in tutto il mondo" - Press

2022 : Top Chart dei Film Europei su Amazon Prime Video

Ny Film Festival Award


Asia Award Best DocuFilm - Manila

Curiosità

This is one of lowest Film documentary  budget acclaimed worldwide ;
Luca Redavid, Italian author and producer, make this movie without imagine the international awards because the Worlwide critics of "Bunga Bunga Berlusconi's affairs"

Citazioni

"Paese che vai, zoccola che trovi" (Lele Mora)

"Al mare vedo tutte quelle ragazze mezze nude, Io al mare mi copro sempre, mi vergogno" (Ragazza Filippina)

"Scenderesti a compromessi pur di diventare famosa ?"  (Intervista durante casting modelle)

"Vi racconto una barzelletta su Putin e sul Bunga Bunga"   (Silvio Berlusconi)

trailer

supporto fisico

DVD e Blu-Ray

Feltrinelli Ibs.it Amazon

Torna su