Un film intenso ed emozionante. Due scrittrici che, all'apice della loro carriera, intrecciano le loro vite in un'amicizia, la quale si trasformerà lentamente in qualcosa di più profondo.
Infiammata d'amore, Vita accetta il rischio della passione, anche quando deraglia, perchè sa che è fonte di felicità. La sua volontà lungo tutto il film sarà libera di esercitare il suo influsso su Virginia, che diventerà per lei il fine e l'emergenza dei suoi giorni. Oltre ogni limite. 
Il regista restituisce allo spettatore in modo straordinario la desertica solitudine in cui precipita la scrittrice Woolf e l'importanza della comunicazione per uscire fuori dalla notte oscura dell'anima.
A questa passione amorosa, sarà un'altra passione a sopravvivere alla fine del film, quella per la scrittura. Le parole, sempre più rapide ed incalzanti nelle loro lettere, creeranno un dialogo infinito, alla ricerca del giusto ritmo. Quello dell'accoglienza del cuore.

Hai trovato qualcosa che non va? Aiutaci a migliorare!

In fondo anche Matrix non era perfetta… inviaci la tua segnalazione su info@filmamo.it. Grazie!