Serie TV

Il cinema, in tutte le sue formule...

“Una volta si chiamavano telefilm.

Tendenzialmente autoconclusivi (con qualche ovvia eccezione, come nel caso de Il prigioniero) hanno sempre condizionato immaginario collettivo (basti pensare ad Ai confini realtà, a Star trek o a Happy days).

Poi, soprattutto col nuovo millennio, qualcosa è cambiato nel modo di concepire la serialità (quella americana, certo, ma anche quella degli altri Paesi, incluso il nostro, almeno da Gomorra in poi).

Poi c’è il fenomeno del binge watching che ha “sdoganato” quello che molti internauti facevano con le serie scaricate (di fatto eliminando l’attesa tra un episodio e l’altro ed avvicinando in questo senso le serie alla unitarietà tipica del cinema tradizionale); questo ha favorito anche di affidare sempre di più alla narrazione più estesa e dipanata della serialità racconti che non avrebbero avuto eguale profondità se confinati nella durata di un film (basti pensare all’abissale differenza ottenuta nella trattazione di un personaggio quale il Daredevil della Marvel rispetto all’omonimo film del 2003).

Per questa ragione Filmamo ha una sezione dedicata alle serie televisive (incluse ovviamente quelle animate, anch’esse fondamentali) che sempre di più – per qualità della narrazione, cast, registi e produttori – si intersecano e condizionano l’opera cinematografica più “classica”, in un flusso biunivoco e che pare ormai senza soluzione di continuità.

Il cinema, insomma, è sempre vivo; e se vi sembra diversamente, forse, per dirla con Groucho Marx, è solo perché è il vostro orologio ad essersi fermato…”.

Hai trovato qualcosa che non va? Aiutaci a migliorare!

In fondo anche Matrix non era perfetta… inviaci la tua segnalazione su info@filmamo.it. Grazie!