Bellocchio non è il mio ideale di regista (anche se Il Traditore resta uno dei miei film italiani preferiti degli ultimi trent'anni).

 

Qui narra una storia per certi versi nota (la proverbiale farse del Papa “Non possumus”) e per altri molto meno; benché l'intento sia meritorio e il cast ricco di ottimi attori (anche se i migliori sono relegati in ruoli secondari), il film non mi ha conquistato.

 

Si tratta comunque dell'opera di un grande regista e di una storia che è giusto conoscere.