Pamela Villoresi

Pamela Villoresi

Film come attore

Amici miei - Come tutto ebbe inizio (2011)

Valutazione:
Genere: Commedia
Regia: Neri Parenti
Attori: Barbara Enrichi, Pamela Villoresi, Alessandra Acciai, Massimo Ceccherini
Sinossi:
Continua la saga di Amici Miei, ma le avventure della compagnia di toscanacci si spostano questa volta nella Firenze della fine del '400, alla corte di Lorenzo De' Medici. Duccio (Michele Placido), Cecco (Giorgio Panariello), Jacopo (Paolo Hendel), Manfredo (Massimo Ghini) e Filippo (Christian De Sica) sono protagonisti di scherzi e vicende vissute nell'intento di prolungare lo stato felice della giovinezza e fuggire dalle responsabilità della vita adulta. Neanche la peste li fa desistere dalle loro "zingarate". Anzi quella drammatica situazione pare la più fertile per agire liberi ed indisturbati e dare seguito ai loro scherzi.

Miglior prezzo

Abbonamento
Non disponibile
Noleggio Acquisto

Amore 14 (2009)

Valutazione:
Genere: Commedia
Regia: Federico Moccia
Attori: Veronica Olivier, Beatrice Flammini, Flavia Roberto, Raniero Monaco Di Lapio
Sinossi:
Carolina ha quasi quattordici anni e vive la sua età con la spensieratezza tipica delle adolescenti dividendosi tra la scuola, gli amici, i sogni e l'amore. Quando la ragazza incontra Massimiliano si innamora immediatamente di lui, ma perde il cellulare che contiene il suo numero di telefono, e con esso tutto ciò che sapeva di lui.

Miglior prezzo

Abbonamento
Non disponibile
Noleggio Acquisto

La grande bellezza (2013)

Valutazione:
Genere: Commedia, Dramma
Regia: Paolo Sorrentino
Attori: Toni Servillo, Carlo Verdone, Sabrina Ferilli, Carlo Buccirosso
Sinossi:
Scrittore di un solo libro giovanile, "L'apparato umano", Jep Gambardella, giornalista di costume, critico teatrale, opinionista tuttologo, compie sessantacinque anni chiamando a sé, in una festa barocca e cafona, il campionario freaks di amici e conoscenti con cui ama trascorrere infinite serate sul bordo del suo terrazzo con vista sul Colosseo. Trasferitosi a Roma in giovane età, come un novello vitellone in cerca di fortuna, Jep rifluisce presto nel girone dantesco dell'alto borgo, diventandone il cantore supremo, il divo disincantato. Jep Gambardella tutti seduce e tutti fustiga con la sua lingua affilata, la sua intelligenza acuta, la sua disincantata ironia.

Miglior prezzo

Abbonamento
Non disponibile
Noleggio Acquisto

Hai trovato qualcosa che non va? Aiutaci a migliorare!

In fondo anche Matrix non era perfetta… inviaci la tua segnalazione su info@filmamo.it. Grazie!